Aiesec

Volontariato AIESEC, Chiara Italiano in Montenegro

Nome: Chiara

Cognome: Italiano

Età:23

Progetto volontariato:  AIESEC

Periodo volontariato: 6 settimane

Parto con: Da sola

Innanzitutto, cosa è AIESEC? Ne abbiamo già parlato e ne continueremo a parlare,  perché questa associazione presente in 126 paesi, sta prendendo sempre più campo e sempre più giovani partono con i progetti che offre. AIESEC è la più grande associazione studentesca del mondo, con alle spalle 62 anni di storia, che organizza scambi culturali come volontariato, stage formativi, in tutte le parti del mondo. 

E se qualcuno non lo sapesse, gli uffici AIESEC sono presenti anche a Palermo, precisamente in Viale delle Scienze, nell’ edificio di Economia. Qui il sito di AIESEC PALERMO

 

IL VIAGGIO DI CHIARA

Chiara Italiano è una ragazza palermitana studentessa all’Università di Palermo della facoltà di Lingue moderne e traduzioni per le relazioni internazionali, che quest’estate ha provato l’esperienza di volontariato in Montenegro.

 

Perché il Montenegro?“Sinceramente mi affascinava il progetto che mi offriva.  Avevo fatto richiesta anche a Budapest e in Portogallo ma non mi avevano selezionato, e alla fine sono rimasta soddisfatta. Ho scoperto che il Montenegro è il posto ideale per immergersi nella natura incontaminata. Dopo la seconda guerra mondiale era stato raso al suolo e di storico è rimasto ben poco; In compenso vanta delle bellezze naturali da mozzare il fiato: spazi vastissimi di natura pura.”

 “Ho visto posti bellissimi, fatto cose incredibili e mi sono accorta di quanto questo paese, così tormentato fin da sempre,  sia piccolo ma nasconde davvero posti meravigliosi. Un vero gioiellino.”

 

Montengro AIESEC chiara

 

Alloggio-  “AIESEC mi assicurava un alloggio e un pranzo quotidiano. Io vivevo in un dormitorio universitario con tutti gli altri EP (così si chiamano i volontari che facevano parte del progetto), circa 15,  e condividevo la stanza con una ragazza egiziana e una brasiliana. Ma gli altri ragazzi venivano da tutte le parti del mondo. E fin da subito si è creato un bellissimo gruppo. Facevamo tutto insieme, dalla vita quotidiana alle feste e i viaggi. Italiani eravamo soltanto in due, io e una ragazza di Roma. Con alcuni di loro in particolare ho instaurato un bellissimo rapporto, infatti credo che mi verranno a trovare e io andrò a trovare loro.” 

 

Il progetto-  “Come ho già detto, il progetto a cui ho partecipato mi eccitava parecchi: il mio compito era tenere delle lezioni nelle classi universitarie in cui insegnavo agli studenti, la lingua italiana. E, alla mia tenera età (allora di 22 anni), non è assolutamente di poco conto. Tutto ciò mi ha entusiasmato a tal punto che, una volta tornata a Palermo ho valutato seriamente di farlo diventare un lavoro, magari con gli stranieri che hanno bisogno di conoscere l’italiano.”

“Era la mia prima esperienza indipendente all’estero e per così tanto tempo: in tutto sono rimasta fuori 7 settimane, cioè 6 settimane di volontariato e una in più  di piacere, per scelta mia. Ringrazio davvero AIESEC perché mi ha permesso di fare un’esperienza che da sola non avrei mai avuto la possibilità di vivere. Mi ha permesso di crescere professionalmente e individualmente, ho lavorato in un team internazionale in cui collaboravano volontari come me, provenienti da tutto il mondo. Penso sia bellissimo stare a contatto realmente con persone di altre culture, altre lingue, e altre tradizioni. Ma penso anche che un viaggio del genere, in cui conosci persone nuove e posti nuovi lo si può fare quando si vuole, ma con AIESEC hai la possibilità di provare un percorso lavorativo in un nuovo contesto e un nuovo ambiente.”

 “Inoltre ho potuto migliorare e consolidare il mio inglese. Partivo con una buona base, grazie anche ai miei studi, ma dopo quasi due mesi, riesco adesso a pensare naturalmente in inglese ed è una cosa straordinaria. Mi ricordo i primi tempi, quando parlavo al telefono con i miei genitori, e automaticamente mi uscivano parole in inglese.”

 “Ho notato quanto AIESEC abbia un nome davvero significativo: è un’associazione molto importante, riconosciuta a livello mondiale, e avere sul tuo curriculum un’esperienza AIESEC vale parecchio. Consiglierei a tutti, amici e non, di provare quest’esperienza. Io stessa sto cercando di organizzarmi per poter partire una seconda volta”  


Leave a Comment