Viaggiare per il mondo

Trekking in Sicilia: arriva la Via Francigena

Ricordate che vi abbiamo parlato della Via Francigena e della sua storia? Bene, lo stesso cammino di trekking arriverà fino in Sicilia!

Se amate il trekking e avete bisogno di un ottimo zaino da viaggio guarda i consigli di RoundersPalermo su quale zaino scegliere.

Il trekking in Sicilia subisce un’ impennata clamorosa con la nascita di un nuovo cammino che in realtà sarà la continuazione di una Via già esistente da anni.

La Via Francigena, Via della francigena mappaanche detta Romea, è un insieme di vie che portavano dall’Europa occidentale fino a Roma.  Anticamente l’Italia era di continuo percorsa dai pellegrini di ogni parte del continente che giungevano fino alla odierna capitale italiana per visitare la tomba dell’apostolo Pietro. Di fatti, il pellegrinaggio a Roma, inseme a quello della Terra Santa e di Santiago de Compostela, era una delle tre peregrinationes maiores.  

Quindi stesso concetto del Cammino di Santiago ma meno famoso.

La Via Francigena arriverà anche in Sicilia, terra ricca di bellezze naturali e paesaggi mozzafiato.

Ma dove esattamente?

Via Francigena in Sicilia: da dove passa?

Tre le province attraversate: Palermo, Agrigento e Caltanissetta. 

Ma come ogni cammino che si rispetta vi devono essere strutture attrezzate lungo tutto il percorso che servano per accogliere i viaggiatori o offrirgli dei servizi di ristoro o altro.

Sono già tredici i Comuni che si sono attrezzati in questo senso: al Comune capofila del progetto, Castronovo di Sicilia (Pa), si associano Agrigento, Cammarata (Ag), Comitini (Ag), Grotte (Ag), Joppolo Giancaxio (Ag), San Giovanni Gemini (Ag), Racalmuto (Ag), Campofranco (Cl), Sutera (Cl), Milena (Cl), Prizzi (Pa), Santa Cristina Gela (Pa).

Il cammino sarà inaugurato a giugno!

Saranno tantissimi i punti di interesse e le bellezze paesaggistiche che si incontreranno nel tragitto. Tra vaste colline e ripide montagne il viaggiatore può camminare disperso nella natura: il percorso si divide in otto tappe di 20-25 chilometri ciascuna.

La rete della Via Francigena offre numerose strutture ricettive: dall’accoglienza “pellegrina” tipica dei cammini, ai normali alberghi o ostelli.

La prima opzione si tratta di associazioni o privati che aprono le porte di casa loro per ospitare gli escursionisti, rendendo l’avventura più autentica.

Se sei appassionato di sport o di turismo sportivo, esistono delle piattaforme su cui è possibile noleggiare attrezzature sportive. e vivere un’esperienza ancora più intensa. Noi ad esempio abbiamo parlato di Sharewood.

A breve noi di RoundersPalermo organizzeremo una gita per farvi vivere l’esperienza della “Via Francigena” in Sicilia. Controlla la pagina RoundersPalermo o il gruppo Facebook.


Leave a Comment