Privacy Policy
Le nostre guide Viaggiare

Guida su come viaggiare gratis o quasi

viaggiare gratis e libero

Se avete aperto questo articolo probabilmente amate viaggiare. Dando per buona l’ultima affermazione, scommetto che la domanda che vi fate più spesso è:

Come faccio a viaggiare senza spendere un patrimonio?

Beh, prima di entrare nello specifico, lasciami dire che è possibile.

Ovviamente, tutto dipenderà dalla destinazione e dal tipo di viaggio che si vuole intraprendere. Ma se davvero si vuole viaggiare, scendere a compromessi sarà molto semplice.

Non dico che è possibile viaggiare gratis, non prendiamoci in giro. Dico che è possibile viaggiare senza avere chissà quanti soldi.

E come? 

Ve lo spiego subito.

Intanto dimentichiamoci la tipica vacanza in hotel con spa e piscina, stiamo parlando di viaggiare, non di vacanza turistica. I nostri comfort sono altri.

Noi abbiamo un budget da rispettare che ci basterà per vivere al massimo l’esperienza.

Fidatevi, basteranno eccome.

Anzi vi dirò di più: tornerete più ricchi di come siete partiti. La nostra grande ricchezza sono le esperienze. E sembra assurdo ma non potendo permetterci i comfort più cari, avremo la possibilità di vivere molte più esperienze durante il viaggio.  Capirete il perchè…

Ma non cambiamo argomento, vi stavo dicendo come viaggiare spendendo poco. 

Esistono diversi modi di viaggiare gratis o quasi. Vi elenco qualcuno di essi:

Come ho già detto, dimenticatevi la vacanza da turista. Per poter spendere poco, dobbiamo pensare ad un tipo di viaggio diverso, alternativo.

Arriverete al punto in cui quelli che prima chiamavate “comfort” diventeranno dei limiti nel vostro viaggio. Li eviterete e preferirete una stanza d’ostello piuttosto che un hotel di lusso.

A tal proposito ti consiglio il mio articolo sul perchè viaggiare in ostello cambierà la tua esperienza.

Detto questo, andiamo per ordine..

Viaggio alternativo per spendere poco: 400 euro per 15 giorni in Europa

guida su come viaggiare gratis

Ipotizziamo un tipo di viaggio e un budget: 15 giorni in giro per l’Europa d’estate, rigorosamente in solitaria e con uno zaino. 

Il budget sarà di 400 euro, escludendo preparazione al viaggio e volo A/R

Intanto, prima di partire sarà importantissima la scelta dello zaino  che sarà il vostro unico e fedele compagno di avventura. In questo articolo ti do alcuni consigli su ottimi zaini da scegliere.

Primo step: preparazione al viaggio

Cosa portare nello zaino per un viaggio low cost:

  • Biancheria intima
  • Indumenti necessari per la durata del viaggio
  • Occhiali da sole
  • Macchina fotografica o Action Camera
  • Una borraccia per l’acqua
  • Uno zainetto più piccolo per trasporti più brevi
  • Qualche medicinale
  • Diario da viaggio
  • Lettore musicale

Ricorda: impara a viaggiare leggero! Non hai bisogno di molto, ma ti farai bastare ciò che hai.

Viaggiare leggero ti permetterà di sentirti leggero..

Ricorda anche che questo stesso zaino dovrai imbarcarlo con te nel caso dovessi prendere un aereo, quindi cerca di mantenerlo entro le misure della compagnia aerea in questione: per controllare le misure del bagaglio a mano clicca qui.

Qui sorgono i primi problemi: spesso uno zaino da viaggio (specie per i viaggi di lunga durata) vanno oltre le misure prestabilite e quindi il viaggiatore dovrà pagare un supplemento per imbarcarlo in stiva.

Noi non possiamo sostenere questa spesa (abbastanza grossa peraltro)  quindi dovremo riuscire a far passare il nostro zaino come bagaglio a mano.

A tal proposito leggi la Guida su come far passare uno zaino da viaggio per un bagaglio a mano!

Andrà bene… 😉

Prima di cominciare ti chiedo di mettere un like per ricambiare lo sforzo che ho impiegato nello scrivere questa guida.

Grazie 🙂

Ok siamo in volo, con tutto il budget ancora integro e la voglia di spaccare il mondo. (Ah, dimenticavo…inutile dire che mangiare negli aeroporti o negli aerei è sconsigliatissimo per i prezzi esorbitanti).

Secondo e ultimo step..: Il viaggio!

Dormire in viaggio

Vi ho già detto che non potete pretendere di avere una comoda e lussuosa stanza d’albergo.

La soluzione più facile e immediata è l’ostello. Per la ricerca di quest’ultimo vi consiglio il sito www.hostelworld.com.

Solitamente in Europa l’ostello più economico va dai 5 ai 15 euro a notte, in base al paese in cui vi trovate. Per esempio, nei paesi dell’est come Polonia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Slovacchia e tutti gli altri, se cercate bene e non vi fermate alla prima opzione potete anche pagare una camerata 5 euro a notte.

turista vs viaggiatore dove dormire

Piccola digressione…Cosa è una camerata? E’ una stanza, come un dormitorio, con più posti letto e può essere solo maschile, solo femminile o mista.

Invece se vi trovate, per esempio in Germania, Francia o Inghilterra i prezzi sono molto più alti. Dipenderà da voi e dalla vostra capacità di adattamento.

Mettiamo nel “carrello” una media di 13 euro a notte per un totale di 14 notti: 10 x 13=130 euro.

Avete notato che ho messo 10 notti invece che 14?…..Perchè?

Perchè non abbiamo valutato le altre opzioni alternative all’ostello. Quali?

Oltre al noto Airbnb, i quali prezzi si aggirano sulle stesse cifre degli ostelli, esiste Couchsurfing!

Sapete cosa è? E’ una piattaforma online che offre un servizio di scambio di ospitalità gratuito. Ciò significa essere ospitati in casa di estranei gratuitamente per il solo piacere della conoscenza e della condivisione.

Abbiamo detto che il nostro viaggio sarà diverso, alternativo, avventuroso..e allora avventuriamoci nella conoscenza!

Quindi, poniamo di fare 4 notti in Couchsurfing senza pagare niente: con 130 euro abbiamo archiviato il problema dormire.

Non dimentichiamoci però che, come detto all’inizio, esistono anche altri modi per dormire gratis: come per esempio offrire ore lavorative in cambio di alloggio e talvolta vitto, ovvero Workaway. Ma, in questo caso, noi abbiamo solo 15 giorni quindi sarà per un’altra volta.

Ricapitolando: 1o notti in ostello (o Airbnb) e 4 in Couchsurfing per un totale di 130 euro.

BUDGET: 400-130= 270 euro

Cosa mangiare in viaggio?

Mangiare insieme al dormire sono le uniche vere esigenze su cui non possiamo evitare di spendere soldi perchè troppo importanti. Il problema “dormire” l’abbiamo archiviato con 130 euro; adesso dobbiamo capire cosa mangiare e dove mangiare per non spendere tanti soldi durante il nostro viaggio low cost.

Contiamo due\tre pasti importanti e vari spuntini occasionali e soprattutto tanta tanta acqua.

Per l’acqua basta avere la borraccia che vi avevo consigliato di portare e per un pò non avrete problemi. Per quanto riguarda il cibo la questione si fa più impegnativa…

Il supermercato sarà la vostra salvezza!

Tra la voglia di soddisfare i vostri sfizi, nell’indecisione la scelta ricadrà spesso e volentieri sul supermercato, magari quelli economici (Carrefour, Lidl , etc..): scelta sensata da non sottovalutare. Perchè?

Il supermercato offrednoti una vasta possibilità di scelta, ti da l’opportunità di fare un pasto completo di contorno e frutta. Saprai quanto spendi e cosa mangerai, anche se il gusto lascerà a volte a desiderare.

Vi posso assicurare però che altrettante volte rimarrete soddisfatti della spesa fatta. 

Ciò che non va bene del supermercato è il fatto che non permette la seduta rilassante e piacevole, oltre al fatto di non avere il bagno.

Spesso, dopo aver macinato chilometri e camminato per ore, avrete bisogno di una pausa per ricaricare le batterie e godere del relax di un viaggio senza frenesia. Desidererete solo: sedervi magari all’aperto in una giornata di sole, posare lo zaino, mangiare ciò che avete davanti e godere del panorama; se poi avete a disposizione il bagno ancora meglio.

Sembra una sciocchezza ma non avendo una casa nè un appoggio non si ha la possibilità di andare in bagno se non sfruttando occasionali bar, ostelli o pullman. Un punto ristoro con un bagno ha un motivo in più per farsi scegliere dal viaggiatore. 

Poi, spetta a voi decidere se fumarvi una sigaretta di fine pasto… dipende.

Quindi a volte anche il viaggiatore più “vagabondo” vuole godere di alcuni piaceri che il supermercato non può dargli.

Dove mangiare in questo caso?

Potreste provare a cercare alla cieca qualche ristorante e sedervi, rischiando di pagare un conto salato e rimanere anche delusi. Oppure potreste affidarvi alle varie recensioni che si trovano su internet, spesso non veritiere.

Oppure.. io potrei proporre una soluzione: i fast food.

Sicuramente non è la scelta più genuina però un McDonald ha anche i suoi lati positivi!

Quali? 

In generali i fast food, specialmente McDonald offre tutti i servizi elencati precedentemente:

  • toilet
  • seduta free (spesso sia fuori che dentro)
  • prezzi non troppo alti

Mangiando in uno di questi fast food come McDonald o KFC non puoi rimanere deluso, perchè sai quanto spendi e sai cosa mangi; sai che ti sazierai con quei pochi euro che, rassegnato, sei disposto a spendere.

Ma non dimentichiamoci una cosa importantissima: il Wi-Fi! 

McDonald è uno dei pochi posti in cui sai con certezza che troverai un collegamento WI-Fi…e sappiate che prima o poi vi servirà. Per cercare ostelli o prossime destinazioni o semplicemente per sentire amici o familiari.

Insomma, tutto si può dire contro il cibo di queste mega industrie ma offre tutti i servizi che un viaggiatore cerca, quindi perchè no?

Ora facciamo due calcoli però..

Abbiamo ipotizzato due pasti al giorno più eventuali spuntini: mettiamo in conto una media 4 euro per ogni pasto (e mi sto mantenendo largo perchè capiterà che spenderete anche meno) contando anche uno\ due spunti al giorno.

Consiglio: la frutta! Valutate come spuntino durante la giornata la frutta, perchè costa poco, è nutriente ed energetica.

Tornando a noi.. abbiamo detto 4 euro per ogni pasto al giorno: 2 pasti al giorno=8 euro al giorno; 8 x 14= 112 euro; 

BUDGET

270 euro rimasti meno i 112 euro per mangiare: 270-112= 158 euro

Trasporti low cost e alternativi in viaggio

viaggiare in treno gratis

Beh, qua possiamo sbizzarrirci. Diciamo che il viaggio è anche questo: non tanto la destinazione ma il modo in cui ci arrivi.

Siamo rimasti con 158 euro quindi dovremmo avere almeno una idea di quanti posti visitare e quanti spostamenti fare.

Scusa, ti chiedo nuovamente di mettere like: è davvero importante per me!

Grazie 🙂

Come spostarci?

I modi possono essere tanti:

Ovviamente noi dobbiamo però valutare quelli più economici.. Discorso a parte faremo per la pratica dell’autostop e del car pooling, quindi inizierò a parlare dei primi.

Senza rifletterci troppo capiremo che il treno è l’opzione più cara anche se c’è un alternativa da considerare: si chiama Interrail.

Cosa è l’interRail? 

L’interRail è un biglietto ferroviario disponibile per i residenti in Europa che vi permette di fare viaggi illimitati all’interno dei paesi europei. Esistono tanti tipi di pass che potrete visitare in questo sito , in base al tipo di viaggio che volete fare, al paese o ai paesi che volete visitare e al periodo di tempo.

L’interRail è un’opzione conveniente se si vuole vedere tanto, in poco tempo. 

Viceversa il prezzo di ogni singolo spostamento in treno vi verrà a costare molto di più. Per questo motivo, nel tipo di viaggio che ci stiamo immaginando il treno non è la scelta migliore.

Scartato il mezzo ferroviario, optiamo sull’autobus!  Il vantaggio dei treni rispetto agli autobus è sicuramente il fattore tempo: un autobus impiega molto più tempo rispetto ad un treno, ma il risparmio economico è considerevole quindi…

Sul mondo dei trasporti in autobus, da non molto è nata una start up che ha fatto molto discutere di sè e che a mio parere è una delle migliori in Europa in fatto di mobilità.

Di quale compagnia sto parlando? Flixbus

Se avete mai visto dei grandi pullman colorati di verde, quello è il colore identificativo della compagnia tedesca.

Per molti, Flixbus ha cambiato il modo di viaggiare.

Perché? Perché offre trasporti anche lunghi, caratterizzati da comodità e bassi costi. 

Viaggiare in Flixbus è semplice: basta entrare nel sito e cercare il tragitto che si vuole fare specificando il punto di partenza e la destinazione.

Troverete di sicuro delle offerte o dei prezzi stracciati. 

Altre valide compagnie di trasporto in Europa possono essere:

Ma passiamo ora alla pratica del Car pooling. 

Cosa è il Car Pooling?

Il car pooling  indica una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del trasporto. Nel car pooling uno o più dei soggetti coinvolti mettono a disposizione il proprio veicolo mentre gli altri contribuiscono con adeguate somme di denaro a coprire una parte delle spese sostenute dagli autisti.

Ti spiego tutto nei dettagli in questo articolo , in cui parlerò anche di Bla Bla Car.

Bla Bla Car è la piattaforma web più famosa di car pooling! Offre un nuovo modo di spostamento da una città all’altra.

BlaBlaCar

Come funziona Bla Bla Car?

Ti dico tutto nella mia guida al Bla Bla Car!

Con questa pratica potrai rendere completa la tua esperienza di viaggio perché condividerai quest’ultimo con persone nuove, come  l’autista o altri passeggeri come te. Inoltre è molto economico!

E’ un pò come fare autostop però organizzato e a pagamento.

E già, però così l’autostop perde di valore. Infatti l’autostop è un’altra cosa! Anche se in confronto a Bla Bla Car o alla pratica di car pooling in generale è molto più rischioso.

Proprio l’autostop è un’altra delle opzioni da poter prendere in considerazione durante un viaggio low cost. Per viaggiare così però bisogna essere ben preparati

  • Devi essere pronto anche a dormire in mezzo all’autostrada perché non sai mai quando, dove e se arriverai a destinazione.
  • In base al punto precedente, dovrai avere una tenda o comunque un buon sacco a pelo.
  • Le scarpe comode sono fondamentali.
  • Ti potrà aiutare sicuramente un cartello con scritta la città in cui vorresti arrivare.
  • Ah.. e ovviamente un bel pollice vispo.

Riguardo questa tecnica, molto in voga negli anni settanta, ci sono pareri discordanti soprattutto oggi, anche se in alcune parti d’europa sta cominciando a riprendersi il suo spazio. E’ fuor di dubbio che l’autostop sia abbastanza rischioso e fin troppo “avventuriero” anche se non manca certo di fascino, ma sono nati delle tecniche che l’hanno reso più sicuro.

Conosci Hitchwiki

Hitchwiki è un sito collaborativo che raccoglie informazioni riguardo l’autostop e altri mezzi di trasporto estremamente economici. Proprio come Wikipedia, Hitchwiki è un wiki, ma per autostop. Autostoppisti provenienti da tutto il mondo condividono suggerimenti, informazioni riguardo la pratica dell’autostop.

Hitchwiki è la guida online che aiuta il viaggiatore a girare il mondo in autostop. 

Utilizzando questa tecnica di sicuro risparmierai soldi ma “perderai” molto più tempo: potrebbe essere una soluzione se non avessimo limiti di tempo.

Quindi le più gettonate secondo me sono: Bla Bla Car e autobus. 

Avendo già fatto i conti per quanto riguardo cibo e dormire tutto ciò che ci rimane ( 158 euro) potrà essere speso in trasporti e vari “capricci” personali, come per esempio una birra ogni tanto 😉

Oppure se sei un amante dello sport, potresti concederti qualche momento di svago noleggiando la tua attrezzatura sportiva preferita, in una delle piattaforme disponibili, come ad esempio Sharewood.

Ricorda: ormai puoi spendere tutto il tuo capitale rimasto ma ricorda di conservare dei soldi per i trasporti obbligatori come per esempio la navetta per l’aeroporto o cose del genere.

Bene, non serve nient’altro di necessario!

Che manca? Ah si, avendo appena parlato di treni, autobus e trasporti vari, non si può prescindere dal parlare di buona musica da viaggio! 

 

Partite sempre con un lettore musicale ben aggiornato, fidatevi che vi sarà utile specie durante gli spostamenti. Per te ho anche scritto la playlist perfetta per un viaggiatore: troverai 20 canzoni da ascoltare in viaggio più alcuni pezzi classici che non possono mancare nella playlist di un viaggiatore!


Ho finito con guide e consigli: ecco fatto il tuo viaggio in europa con 400 euro per 15 giorni!

Come vedi, viaggiare con pochi soldi è possibile e te lo dico per esperienza personale, visto che tutti i consigli che ti ho dato sono stati provati e testati dalla mia esperienza che prima o poi vi racconterò.

Non mi resta che dirvi il miglior augurio che si possa fare: BUON VIAGGIO! 


Noi di Rounders Palermo crediamo fortemente nell’idea che raccontare le proprie esperienze aiuti a valorizzarle e soprattutto a stimolare la curiosità e la voglia di scoprire di tante altre persone.

Per noi viaggiare è una cosa importante.

Viaggiare significa fare tesoro di tutto quello che di nuovo si scopre e portarlo nella nostra meravigliosa città: Palermo.

Se il nostro progetto ti piace, entra a far parte della nostra community sostienici iscrivendoti alla nostra newsletter o seguendoci sui nostri principali canali social.


Leave a Comment