Privacy Policy
Le nostre guide Welcome to Palermo

Via degli Dei e Via Francigena: guida al trekking in Italia

Chi ama il trekking e le lunghe camminate conoscerà sicuramente la Via degli Dei e la Via Francigena, due dei più importanti “cammini” in Italia.

Se pensate che per fare un bel percorso naturalistico di trekking bisogna per forza andare fino in Spagna per il Cammino di Santiago, uno dei più comuni e conosciuti, vi sbagliate..

Infatti ne esistono tanti anche in Italia, magari vicino casa vostra e non lo sapevate. E poi, perchè arrivare fino a Santiago, se anche nella nostra penisola abbiamo paesaggi mozzafiato?

Perchè intraprendere un cammino così faticoso se puoi stare seduto davanti la tv?

Avendo letto diverse recensioni e consultato persone che hanno compiuto “imprese” del genere, è uscito fuori che compiere cammini del genere è una pratica che fa bene al corpo e allo spirito. Sicuramente a pensarci sembra solo una faticaccia, e magari lo è pure, ma finchè non lo proverete non saprete che benefici porta. E’ una sfida con sé stessi, un percorso di purificazione che per quanto sembrerà difficile diventerà una passeggiata di salute se fatta con lo spirito giusto.

Andiamo a vedere i “cammini” più famosi d’Italia.

Via Francigena: pellegrinaggio da Roma fino a Canterbury

Via della francigena mappa

La Via Francigena, anche detta Romea, è un insieme di vie che portavano dall’Europa occidentale fino a Roma.  Anticamente l’Italia era di continuo percorsa dai pellegrini di ogni parte del continente che giungevano fino alla odierna capitale italiana per visitare la tomba dell’apostolo Pietro. Di fatti, il pellegrinaggio a Roma, inseme a quello della Terra Santa e di Santiago de Compostela, era una delle tre peregrinationes maiores.  

Le motivazioni religiose non sempre sono le principali come può sembrare: molti intraprendono percorsi del genere mossi dal bisogno di staccare dalla routine o dal desiderio di mettere alla prova sé stessi affrontando un tipo di viaggio diverso da quello solito.

Come ho detto, quindi non è una via che riguarda solo la nostra penisola, bensì anche parte dell’Europa, specialmente la Francia.

Per quanto riguarda l’Italia la via ne attraversa tutto il tronco centrale passando da Piemonte, Lombardia, Emilia, Toscana, seguendo gli Appennini e arrivando fino al Lazio.

Molti pellegrini interrompono il loro cammino una volta arrivati a Roma, ma esiste anche un presunto proseguimento della Via, verso i porti della Puglia. Si pensa possa essere sempre ricollegata alla Via Francigena, ma non vi sono prove storiche: è solamente un ulteriore cammino, legato alla pratica del pellegrinaggio, che i pellegrini percorrevano alla volta di Gerusalemme.

Quanto costa?

Non c’è un prezzo standard: tutto dipenderà dalle vostre risorse e le vostre celte. C’è chi dorme in ostelli e chi in strutture religiose; chi va a piedi e chi in bici. Gli unici costi da sopportare sono quelli per l’organizzazione preliminare: comprare guide ed itinerari come questo “Guida alla via Francigena. Storia e itinerari o quest’altro per chi andrà su due ruote Guida alla via Francigena in bicicletta. 1.200 chilometri dalle Alpi aRoma.Via francigena foto paesaggio

Quanto dura?

In media la camminata dura dai quattro ai dodici giorni.

 

 

 

 

Via degli Dei: da Bologna a Firenze

La cosiddetta Via degli Dei è un insieme di strade, stradine e sentieri che percorrendo l’Appennino, collegano Bologna e Firenze. E’ lunga circa 130km

Anche qua la motivazione per compiere questa “odissea” spirituale deve essere grande e forte. Non essendo tra le più famose o turistiche vie d’Italia non si troveranno gli stessi “comfort” di altre, nonostante questo i paesaggi sono altrettanto meravigliosi.

I consigli che vi do è andare a dormire poco dopo il tramonto e svegliarvi all’alba. Ma soprattutto… compratevi  le racchette da trekking: finirete per ringraziare di averle comprate.

Se sei appassionato di sport o di turismo sportivo, esistono delle piattaforme su cui è possibile noleggiare attrezzature sportive. e vivere un’esperienza ancora più intensa. Noi ad esempio abbiamo parlato di Sharewood.


Noi di Rounders Palermo crediamo fortemente nell’idea che raccontare le proprie esperienze aiuti a valorizzarle e soprattutto a stimolare la curiosità e la voglia di scoprire di tante altre persone.

Per noi viaggiare è una cosa importante.

Viaggiare significa fare tesoro di tutto quello che di nuovo si scopre e portarlo nella nostra meravigliosa città: Palermo.

Se il nostro progetto ti piace, entra a far parte della nostra community sostienici iscrivendoti alla nostra newsletter o seguendoci sui nostri principali canali social.


Leave a Comment