Erasmus Viaggiare

Erasmus, Guido Bonura a La Coruna

Città erasmus : La Coruna, Spagna

Nome: Guido

Cognome: Bonura

Età:22

Da quanto tempo sei fuori-sede erasmus?  La mia mobilità prevista è della durata di 10 mesi, sono partito giorno 01/09/2015 e tornerò verso la fine di luglio.

Sei partito da solo o eri con qualche “compagno di viaggio”? Con altri colleghi

Erasmus a La Coruna, l’esperienza di Guido

Perché La Coruna?

“La mia volontà è sempre stata quella di andare in Spagna oppure Slovacchia; è chiaro che per quanto riguarda la Spagna avrei preferito città come Barcellona, Madrid, Valencia o Siviglia ma a causa dei pochi posti e delle tante richieste ho optato per La Coruna che mi avrebbe consentito di avere quasi la certezza di partire come studente vincitore della borsa di studio Erasmus.”

 

IL MIO VIAGGIO

Alloggio

“Per tutto il mese di settembre ho vissuto insieme ad un mio collega e ad altre due ragazze straniere in una casa che avevamo trovato tramite un gruppo Facebook creato per i ragazzi Erasmus nel periodo estivo prima della partenza, però il mese dopo abbiamo deciso di cambiare a causa di cattive condizioni dell’edificio che accentuavano l’umidità; cosi ci siamo affidati ad un’ agenzia che nel giro di un giorno ci ha trovato un appartamento. I prezzi degli appartamenti per studenti più o meno hanno tutti la stessa cifra e vanno dai 150 ai 220 euro mensili a studente escludendo le spese di bollette ecc. L’ università ha messo a disposizione alcuni alloggi in una residenza per studenti  ma pochi hanno deciso di affittarli perché era sì vicino all’università ma molto lontano dal centro dove si concentra la movida della città.  La mia zona è una delle più centrali; grazie alla sua posizione ho a pochi secondi di cammino supermercati, farmacie,negozi e anche la fermata dell’autobus che, passando ogni 5 minuti, trasporta gli studenti all’università, situata a 10 minuti dal centro (percorsa in autobus); inoltre per raggiungere il luogo sede della movida basta fare 10-15 minuti a piedi.  Il trasporto pubblico è uno dei servizi migliori che offre questa città, infatti è quasi impossibile riscontrare ritardi degli autobus, inoltre è molto frequente l’uso dei taxi anche grazie al basso costo.

Università

L’università de La Coruna mi ha lasciato sorpreso per la funzionalità dei servizi che offre, infatti il proprio sistema è molto all’avanguardia. Sia i segretari che i professori o chiunque eserciti una professione lì sono sempre stati puntuali a indirizzarmi su alcune questioni svolgendo il mestiere con grande professionalità. Solitamente le lezioni di una materia sono divise in 3 gruppi affinchè possano crearsi classi con meno persone e che quindi ci sia maggiore concentrazione e partecipazione da parte degli studenti, in questo modo si arriva ad un massimo di 25 persone per gruppo. Gli esami sono tutti scritti e quasi nella totalità sono formati da domande a risposta aperta; il lato negativo è che gli esami di tutte le materie si concentrano nel giro di 10 giorni,in più si ha solo una possibilità a sessione (gennaio o maggio) altrimenti ci sarà una sola altra possibilità nella sessione di recupero di luglio. “

La città

“La Coruna è una città fin troppo tranquilla; in 10 mesi di Erasmus non ho mai assistito a scene di delinquenza, la gente è molto cordiale dai più giovani fino alle persone più anziane e questa è una delle cose più belle di questa città. Si può tranquillamente camminare per strada anche fino a tarda notte, è molto sicura. Non è neanche una città molto trafficata, in quanto grazie al perfetto funzionamento dei mezzi pubblici, la gente preferisce prendere questi piuttosto che usare la macchina. Sono presenti diversi parchi e villette dove passeggiare insieme alla grande spiaggia chiamata playa Riazor; per quanto riguarda l’ambiente nel complesso è molto pulito, è difficile trovare strade sporche e l’inquinamento ha un tasso davvero minimo. Il costo della vita è molto simile a quello di  Palermo ma devo dire che il prezzo  degli alcolici, soprattutto la birra, è nettamente inferiore. Mangiare fuori non è tanto sconveniente, infatti con circa 3 euro è possibile bere una birra e mangiare una tapas che sarebbe una porzione di cibo a scelta del cliente.”

“I locali più gettonati sono il Moom, discoteca sul mare che offre buona musica dalle 4 del mattino in poi; i Los Cantones che funziona da centro commerciale di giorno mentre la notte si trasforma in una serie di discoteche dove è possibile andare a bere e ballare anche qui in tarda nottata. E’ chiaro che uscendo a La Coruna è molto probabile fare le ore piccole tornando a casa verso le 6-7 del mattino addirittura; tutte le serate iniziano tardi ma ci sono anche serate organizzate per studenti Erasmus che hanno inizio da mezzanotte in poi. Quasi tutti gli ingressi nelle discoteche sono gratuiti, questo ovviamente spinge più gente possibile ad andare, è raro trovare un ingresso a pagamento e anche se si trova il prezzo è abbastanza basso (intorno ai 6-7 euro con consumazione inclusa); riguardo i cocktail dentro le discoteche in media vanno dai 4 ai 5 euro mentre la birra più o meno 2 euro. I mezzi pubblici sono attivi dalle 6 del mattino in poi però è possibile prendere un taxi anche prima di quell’ora pagando poco; più volte mi è capitato di prendere un taxi a fine serata insieme ad amici pagando solo 1 o 2 euro.”

“Il clima, a mio parere, è la cosa più negativa che ho trovato a La Coruna; essendo una città affacciata sull’atlantico è molto spesso vittima di forti venti e piogge che chiaramente condizionano le giornate di tutti, specialmente uno come me abituato al clima mediterraneo di Palermo.”

 

Ti è mancata Palermo?

“Si ovviamente mi è mancata. Si possono fare tante esperienze all’estero ma l’amore per la propria città resterà sempre indelebile nel cuore di tutti. Da buon palermitano posso dire che le cose che più mi sono mancate oltre gli affetti sono il clima e il cibo. La cucina italiana, in particolare quella del Sud, secondo me è insuperabile nonostante La Coruna vanti dell’ottimo pesce fresco come il polpo o i calamari. Io amo il sole, le giornate calde e considerando che lì difficilmente le ho trovate non posso dire altro che la seconda cosa che mi è mancata di più è stato il clima appunto. Un’altra cosa che differenzia le due città è anche la vivacità delle persone perché a La Coruna, nonostante la cordialità della gente, quest’ultima risulta più fredda rispetto alla gente palermitana.”

Conclusione

“E’ ovvio che è stata un’esperienza che mi ha fatto crescere e maturare su tantissimi aspetti, non avrei problemi a trasferirmi fuori nonostante si possa sentire la mancanza della propria città. La capacità di adattamento è uno dei migliori pregi perché spinge a fare sempre nuove esperienze, conoscere nuovi posti imparando cultura e lingua di un altro paese. Il consiglio che posso dare a tutti i giovani è che se hanno la possibilità di fare questa esperienza non devono pensarci due volte; è un’esperienza che cambia la vita, fa crescere veramente tanto e conoscere persone di altri Paesi permette di capire la cultura o il modo di fare di queste. Posso dire con certezza che è un’occasione unica e irripetibile perciò bisogna viverla, dopotutto finita l’università non si avrà più la possibilità di fare un’esperienza del genere; inoltre il saper parlare una nuova lingua rende soddisfatti ed è molto importante per il curriculum vitae e per il futuro.”

 


Leave a Comment