Le nostre guide Welcome to Palermo

Cosa vedere a Palermo? Guida ai mercati storici: Vucciria, Ballarò e Capo

vucciria renato guttuso

Cosa vedere e fare a Palermo sei sei in viaggio? i mercati storici come Ballarò, Vucciria e Capo. L’itinerario


RoundersPalermo vuole rendere perfetta la vostra esperienza a Palermo, per questo vi propone diversi itinerari e idee su cosa fare a Palermo in viaggio.

Tra le cose più caratteristiche del capoluogo siciliano vi è il mercato, o meglio i mercati.

Infatti Palermo vanta diversi mercati antichi davvero unici nel loro genere: Vucciria, Ballarò e il mercato del Capo.

Se siete in viaggio a Palermo o dovete ancora partire, non potete perdervi questi posti meravigliosi. Che stiate un giorno, due giorni o più tempo sono tappe obbligatorie!

Guida su cosa vedere a Palermo. I mercati: Vucciria, Ballarò e Capo.

Ne esistono altri di mercati, ma questi tre sono i più caratteristici. Si tratta di grandi mercati all’aria aperta che si estendono per stradine folkloristiche ed antiche, che rendono questi mercati unici al mondo. Muovendosi tra questa fitta rete di vicoli e piazza si possono trovare tutti gli ingredienti della cucina siciliana, dalla stigghiola alle sarde; nonchè tutti gli elementi di folklore tipici di Palermo. Infatti potrebbero anche essere ottime ipotesi quando dovete decidere dove andare a mangiare..

Vucciria

Vucciria

Il nome di questo mercato deriva dalla parola Bucceria, tratto dal francese boucherie, che significa macelleria. Il mercato era infatti inizialmente destinato al macello ed alla vendita delle carni. Successivamente divenne un mercato per la vendita del pesce, della frutta e della verdura. Anticamente era chiamato “la Bucciria grande” per distinguerlo dai mercati minori. “Vuccirìa” in palermitano significa “Confusione”. Oggi, la confusione delle voci che si accavallano e delle grida dei venditori è uno degli elementi che, maggiormente, caratterizza questo mercato palermitano. 

Si estende tra via Roma, la Cala, il Cassaro, lungo la via Cassari, la piazza del Garraffello, la via Argenteria nuova, la piazza Caracciolo e la via Maccheronai, all’interno del mandamento Castellammare.

La magia di questo posto colpisce anche la notte, quando il mercato chiude e la Vucciria diventa fulcro della vita notturna di giovani e studenti. Taverne antiche, locali, steet food, e prezzi stracciati diventano gli ingredienti naturali di una tipica notte a Palermo.

Questo storico mercato è stato anche rappresentato in un dipinto di Renato Guttuso nel 1974. 

vucciria renato guttuso

Ballarò

mercato di ballarò a palermo

Quello di Ballarò è il più antico dei mercati palermitani.  si estende da Piazza Casa Professa ai bastioni di corso Tukory verso Porta Sant’Agata. Il mercato è famoso per la vendita delle primizie che provengono dalle campagne del palermitano.

Anche qui l’atmosfera che si viene a creare sotto i tendoni del mercato è quasi surreale. Tra il vociferare di consumatori e visitatori misto a quello dei venditori che abbanniano (urlano) in palermitano per riuscire a vendere il proprio prodotto, si aggiungono le chiaccherate (conversazioni) delle signore affacciate alla finestra degli antichi palazzi.

Strano a spiegarlo, quasi antipatico a sentirlo; ma incredibile a viverlo!

Il mercato del Capo

mercato del capo palermo

Stessi discorsi per quanto riguarda il Mercato del Capo che si estende lungo la via Carini e via Beati Paoli, la via di Sant’Agostino e la via Cappuccinelle. Infatti ha inizio proprio ai piedi di Porta Carini, altra storica porta di Palermo.

Furono gli Agostiniani a popolare questa zona, poiché avevano la loro sede nel convento attiguo alla trecentesca chiesa di Sant’Agostino.
Caratteristico è il nome di alcune delle strade che si trovano in questa zona: via “Sedie volanti”, via “Scippateste”, via “Gioia mia”.

Per capire di più il significato e l’essenza di questi mercati leggi l’esperienza di Angelica che ha voluto raccontarci le sue sensazioni dopo una giornata passata al Capo  dopodichè dotati di una bicicletta  e preparati a visitare alcuni tra i posti più caratteristici al mondo.


Noi di Rounders Palermo intendiamo valorizzare la nostra città e per poterlo fare abbiamo bisogno di voi che vorreste conoscerla.

Crediamo che raccontare le proprie esperienze aiuti a stimolare la curiosità e la voglia di scoprire di tante altre persone: per questo vi chiediamo di inviare una mail a rounderspalermo@gmail.com per raccontarci la vostra esperienza a Palermo.

Per noi viaggiare è una cosa importante.

Se il nostro progetto ti piace, entra a far parte della nostra community sostienici iscrivendoti alla nostra newsletter o seguendoci sui nostri principali canali social: incontrerai tante persone con cui condividere la tua passione per i viaggi e chi lo sa anche qualcuno pronto ad accompagnarti in giro per Palermo!


Leave a Comment